Informazioni Sulla Terapia

Intelligenza emotiva

Colleghi maschi e femmine camminano e parlano. Intelligenza emotiva riguarda la capacità di sentire, riconoscere, comunicare, rispondere e comprendere emozioni . È un grande indicatore del successo nella propria carriera e nelle proprie relazioni. Le persone che desiderano sviluppare ulteriormente la propria intelligenza emotiva potrebbero considerare di parlare con a professionista della salute mentale .

CHE COS'È L'INTELLIGENZA EMOTIVA?

Howard Gardner ha presentato per primo l'idea del multiplo intelligenze nel 1983, sostenendo che c'erano molti modi in cui si poteva essere intelligenti. Successivamente, Peter Salovey e John Mayer hanno sviluppato il concetto di intelligenza emotiva, o EQ. L'intelligenza emotiva descrive la capacità di usare e comprendere le emozioni (sia le proprie emozioni che quelle degli altri).

Il concetto di EQ è stato reso popolare da Daniel Goleman nella sua pubblicazione del 1995 Intelligenza emotiva: perché può importare più del QI . Goleman ha descritto l'intelligenza emotiva come composta da cinque parti:

  • Autocoscienza : Riconoscere i propri stati d'animo ed emozioni e il loro effetto sugli altri.
  • Autoregolamentazione : Usare la conoscenza emotiva per impedire che stati d'animo o emozioni provochino comportamenti impulsivi.
  • Motivazione interna : Agire o prendere decisioni come risultato di una spinta interiore (piuttosto che per ricompense immediate come guadagni monetari). Questa spinta può essere basata su ottimismo, curiosità, ambizione o ideali personali.
  • Empatia : Comprendere le emozioni degli altri e utilizzare questa conoscenza per rispondere alle persone in base al loro stato emotivo.
  • Abilità sociali : Usare la propria intelligenza emotiva per stabilire relazioni forti e facilitare le interazioni con i coetanei.

L'intelligenza emotiva può essere utilizzata per scopi buoni o cattivi. Ad esempio, le persone con un EQ elevato possono riconoscere quando un collega si sente stressato. Un individuo può utilizzare questa conoscenza per assistere la persona, magari esortando il collega a fare una pausa. Un altro individuo può usare questa conoscenza per sabotare un rivale, inumidendolo in modo che appaia male di fronte al capo. In altre parole, avere un EQ alto non significa sempre che qualcuno lo sia compassionevole .

PERCHÉ L'INTELLIGENZA EMOTIVA È IMPORTANTE?

Le persone possono utilizzare l'intelligenza emotiva per migliorare la salute mentale, raggiungere obiettivi e sviluppare relazioni appaganti. Secondo un rapporto del 2018 dei nordamericani, le persone con un EQ alto hanno 8 volte più probabilità di avere un'alta qualità della vita rispetto a quelle con punteggi più bassi. Un EQ più elevato può migliorare la salute fisica e mentale per tutta la vita anche più delle capacità accademiche.

La ricerca suggerisce anche che l'EQ è più importante del QI per avere successo sul posto di lavoro. I dipendenti con un EQ elevato hanno maggiori probabilità di mostrare capacità di leadership e prestazioni aziendali elevate. I manager con un EQ elevato hanno maggiori probabilità di trattenere i dipendenti a lungo termine.

Nel frattempo, se qualcuno ha un EQ basso, potrebbe avere difficoltà:

  • Formazione sana amicizie o relazioni.
  • Lavorare in squadra a scuola o per lavoro.
  • Comunicare i loro bisogni e desideri in modo produttivo.
  • Riconoscere e regolare le proprie emozioni.
  • Evitare azioni o parole di rammarico pronunciate rabbia .

Queste difficoltà possono causare l'isolamento di una persona. Isolamento , a sua volta, può impedire a una persona di sviluppare autonomamente abilità sociali. Alcune persone potrebbero aver bisogno di prendere lezioni o sessioni di formazione per sviluppare la loro intelligenza emotiva. Come ogni altra abilità, l'intelligenza emotiva può essere migliorata attraverso lo sforzo e la pratica.

INTELLIGENZA EMOTIVA E GENERE

Gli studi non sono d'accordo sul fatto Genere influenza la propria intelligenza emotiva. Il rapporto 2018 sullo stato del cuore includeva 200.000 persone in 160 paesi. Lo studio ha esaminato i punteggi medi di EQ in sei regioni globali. Solo due regioni hanno mostrato differenze statisticamente significative tra uomini e donne. Il primo, l'Asia del Pacifico, ha mostrato donne con punteggi EQ medi più alti. Il secondo, l'America Latina, ha mostrato gli uomini con i punteggi più alti.

Uno studio del 2016 non è d'accordo con questi risultati, sostenendo che le donne superano in modo schiacciante gli uomini in termini di intelligenza emotiva. Lo studio ha esaminato 55.000 professionisti che lavorano in 90 paesi. I ricercatori hanno scoperto:

  • Le donne avevano il 45% di probabilità in più rispetto agli uomini di manifestare empatia costantemente.
  • Le donne avevano anche maggiori probabilità di avere una consapevolezza emotiva coerente. Il rapporto ha rilevato che il 18,4% delle donne aveva questa competenza rispetto al 9,9% degli uomini.
  • Su 12 competenze di intelligenza emotiva, l'unica che uomini e donne hanno mostrato in egual misura era l'autocontrollo emotivo.

È importante notare che questi studi hanno misurato l'intelligenza emotiva in modi diversi. Lo studio del 2016 si è concentrato sul business, mentre lo studio del 2018 ha esaminato le competenze e le popolazioni generali. Inoltre, le medie di genere non sono la stessa cosa dei limiti. Una donna in America Latina può avere un punteggio più alto dell'uomo medio; un uomo nell'Asia del Pacifico può ottenere un punteggio più alto della donna media. La propria intelligenza emotiva non è vincolata dal genere.

INTELLIGENZA EMOTIVA E SALUTE MENTALE

La ricerca ha dimostrato che alcune condizioni di salute mentale sono associate a livelli inferiori di intelligenza emotiva.

  • Personalità borderline (BPD) può indicare una maggiore sensibilità all'espressione dell'emozione. Eppure le persone con BPD spesso lottano per etichettare tali sentimenti e il loro significato. Hanno anche meno abilità nel regolare le proprie emozioni.
  • Depressione è spesso collegato a punteggi EQ inferiori. Qualcuno con la depressione può essere meno sensibile ai cambiamenti dei contesti emotivi. In quanto tali, possono rimanere bloccati in un pregiudizio di negatività.
  • Ansia sociale a volte può essere collegato a un EQ basso. Una persona può temere di parlare con gli altri a causa delle sue scarse abilità sociali. Possono percepire espressioni neutre come ostili, inducendole a interpretare erroneamente i segnali sociali.
  • Abuso di sostanze può anche portare a gravi deficit in tutti gli aspetti dell'intelligenza emotiva. Rispetto alle condizioni di cui sopra, l'abuso di sostanze spesso causa le maggiori menomazioni nella percezione e regolazione emotiva.

sindrome di Asperger è anche caratterizzato da una minore intelligenza emotiva. Le persone nello spettro autistico spesso hanno difficoltà a esprimere emozioni o indovinare cosa provano gli altri. La ricerca attribuisce queste difficoltà alla mancanza di flessibilità cognitiva. Le persone autistiche possono faticare a spostare la loro attenzione da un'idea all'altra. Tuttavia, l'intelligenza emotiva richiede spesso l'adattamento a contesti in rapida evoluzione. Pertanto, gli individui autistici possono avere difficoltà a integrare le informazioni emotive in un processo di pensiero altrimenti rigido.

La ricerca ha dimostrato un legame tra un basso EQ e la probabilità di impegnarsi in atti distruttivi o autodistruttivi. Alcune persone potrebbero usare autolesionismo come un modo per regolare con la forza le proprie emozioni. Migliorare l'intelligenza emotiva può aiutare una persona a ridurre i sintomi della salute mentale. Un EQ alto può anche ridurre le tendenze verso aggressione e accelerare recupero da eventi traumatici .

Il giusto terapista può aiutare un individuo a migliorare la propria intelligenza emotiva e il proprio benessere generale.

Riferimenti:

  1. Bariso, J. (2018, 5 giugno). C'è un lato oscuro nell'intelligenza emotiva. Ecco come proteggersi. Time Magazine . Estratto da http://time.com/5300642/dark-side-emotional-intelligence
  2. Ferraro, J. (2010, 8 settembre). Sviluppare l'intelligenza emotiva. Psicoterapeuta NYC . Estratto da http://psychotherapist-nyc.blogspot.com/2010/09/developing-emotional-intelligence.html
  3. Gokcen, E., Petrides, K. V., Hudry, K., Frederickson, N., & Smillie, L. D. (2013, 15 maggio). Tratti dell'autismo sotto la soglia: il ruolo dell'intelligenza emotiva e della flessibilità cognitiva dei tratti. British Journal of Psychology, 105 (2), 187-199. Estratto da https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/bjop.12033
  4. Goleman, D. (n.d.). Intelligenza emotiva. Estratto da http://www.danielgoleman.info/topics/emotional-intelligence
  5. Kahn, J. (2013, 14 settembre). Si può insegnare l'intelligenza emotiva? New York Times . Estratto il 28 maggio 2015 da http://www.nytimes.com/2013/09/15/magazine/can-emotional-intelligence-be-taught.html?pagewanted=all&_r=0
  6. Una nuova ricerca mostra che le donne sono più brave nell'usare le competenze trasversali cruciali per una leadership efficace e prestazioni aziendali, rileva Korn Ferry Hay Group. (2016, 4 marzo). Estratto da https://www.kornferry.com/press/new-research-shows-women-are-better-at-using-soft-skills-crucial-for-effective-leadership
  7. Schütz, A. e Nizielski, S. (2012). Intelligenza emotiva come fattore di salute mentale. Estratto da https://www.uni-bamberg.de/fileadmin/uni/fakultaeten/ppp_lehrstuehle/psychologie_4/pressearchiv/Emotional_Intelligence_as_a_Factor_in_Mental_Health.pdf
  8. Stato del cuore 2018: Nord America [PDF]. (2018). Estratto da https://www.6seconds.org/2018/09/05/state-of-the-heart-2018
  9. Summerfeldt, L. J., Kloosterman, P. H., Antony, M. M. e Parker, J. D. A. (2006). Ansia sociale, intelligenza emotiva e adattamento interpersonale. Journal of Psychopathology and Behavioral Assessment, 28 (1), 57-68. Estratto da https://link.springer.com/article/10.1007/s10862-006-4542-1
  10. Swijtink, Z. (2009, 1 febbraio). Le cinque componenti dell'intelligenza emotiva di Daniel Goleman. Estratto da http://www.sonoma.edu/users/s/swijtink/teaching/philosophy_101/paper1/goleman.htm