Blog Di Goodtherapy

Non tornare indietro dopo il divorzio: 4 passaggi per liberare il tuo rimpianto

Giovane donna seduta da sola a guardare fuori dalla finestraQuando la tua vita non va come previsto, è naturale guardarsi indietro rimpiangere . Le esperienze e il tempo spesi sembrano uno spreco quando vieni derubato dell'opportunità di finire ciò che hai iniziato. Questo può sembrare particolarmente vero con la fine del tuo matrimonio .

Il rimpianto è comune quando stai attraversando divorzio o separazione . Potresti anche chiederti se faresti le stesse scelte sapendo ciò che sai ora. I pensieri sul passato possono farti arrabbiare perché sembra che tutto sia stato una grande perdita di tempo, o forse ti senti come se avessi investito male nelle azioni della tua vita. Se hai fatto una scelta sbagliata in un partner o ti sei impegnato in una relazione che sapevi non era giusta, la sensazione di rimpianto potrebbe essere ancora più forte. Desiderare che tu possa tornare indietro nel tempo e fare tutto da capo è normale.

Il rimpianto è strettamente legato a rabbia e dolore . È una parte naturale del recupero dalla fine di un matrimonio, ma come la rabbia e il dolore può diventare problematico se lasciato irrisolto. Ci sono alcune emozioni che passano facilmente attraverso il sistema, ma il rimpianto può essere un intasamento dell'arteria emotiva perché, come risentimento e vergogna , sopravvive negli oscuri recessi della tua mente. Il rimpianto è semplicemente un costrutto del tempo perché può accadere solo quando c'è qualcosa nel passato che non sei stato in grado di risolvere nel presente. Concentrarsi o fissarsi sul passato con una prospettiva di rimpianto è tossico e può portarti in uno stato di amarezza che è molto più difficile da annullare.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Vivere con una sensazione di rimpianto è spesso doloroso e svuotante. L'energia che potrebbe essere utilizzata per una nuova vita o per creare nuovi ricordi viene prosciugata quando l'attenzione è su ciò che avrebbe potuto o avrebbe dovuto essere. Quando guardi al futuro, c'è una forte spinta a confrontarlo con il passato e quando il passato viene trascinato nel presente, funge da peso o ostacolo che potrebbe impedirti di creare la vita che sei capace di creare.

Ecco quattro suggerimenti per liberare il tuo rimpianto:

1. Crea una lista

Inizia facendo un elenco di tutti i tuoi rimpianti. Mettili su carta in modo da poter vedere chiaramente ciò che desideri fosse diverso. Alcuni degli elementi della tua lista potrebbero essere validi e collegati a un processo naturale di dolore, ma molti rappresenteranno semplicemente una resistenza alle cose che non puoi cambiare. Potresti pentirti di aver venduto la tua casa, di non prestare maggiore attenzione al matrimonio o di esserti sposato in primo luogo.

Quindi, prendi ogni rimpianto e scrivi alcune brevi righe su cosa sarebbe successo se non avessi fatto quella scelta o se una particolare esperienza non fosse accaduta. Come sarebbero cambiate le cose adesso? Cosa sarebbe diverso in futuro? Usa ciò che impari per rimodellare il tuo rimpianto.

2. Trova il rivestimento d'argento

La tua mente è potente e i tuoi pensieri saranno probabilmente il più grande ostacolo per lasciare andare il rimpianto. Ripetere vecchie storie e pensare a come le cose avrebbero potuto essere diverse può mantenerti radicato in uno spazio negativo. Quando presti attenzione ai tuoi pensieri, puoi catturarli e rimodellarli in qualcosa di più positivo. C'è sempre un altro scenario che può essere interpretato, quindi trovare il rivestimento d'argento da una prospettiva più ampia può essere utile.

Prendi l'elenco che hai fatto dei tuoi rimpianti e riformula ciascuno di essi in tre punti positivi. Ad esempio, se ti penti di aver rinunciato alla tua carriera per il tuo matrimonio, un lato positivo potrebbe essere che hai avuto tempo lontano dal lavoro per impegnarti in altri interessi e aspetti della tua vita.

3. Concentrati sui tuoi punti di forza

Il rimpianto può portare a una sensazione di debolezza perché implica che ciò di cui hai bisogno non è più disponibile per te. Concentrarti sui tuoi punti di forza attuali può rafforzarti e incoraggiarti a lasciarlo andare.

Fai un elenco dei tuoi punti di forza personali. Potrebbe essere necessario scavare in profondità se ti senti come un fallimento nel contesto attuale della tua vita, ma se ti siedi abbastanza a lungo, probabilmente ne troverai alcuni. I tuoi punti di forza potrebbero essere gentilezza , intelligenza , coraggio , o compassione . Scegli un punto di forza e pensa a come potresti usarlo per aiutarti ad andare avanti senza rimpianti.

4. Trasforma e cresci

Il rimpianto fa parte del tuo processo di recupero; dopotutto, non c'è modo di andare avanti senza riflettere sul passato. Tuttavia, c'è una differenza tra fissarsi su ciò che avrebbe potuto essere e imparare dalle proprie scelte.

Il regalo più grande che puoi fare a te stesso è il saggezza attingi dalle scelte e dalle esperienze di cui ti penti. È una grande opportunità di crescita personale e trasformazione per imparare dai propri errori, quindi trasforma ciò che non ha funzionato in un'opportunità per modificare .

Copyright 2016 f-bornesdeaguiar.pt. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Andra Brosh, PhD, BCHN, terapista a Pasadena, California

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da f-bornesdeaguiar.pt. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 17 commenti
  • Lascia un commento
  • vigilia

    22 febbraio 2016 alle 10:25

    Tutti inciampiamo e cadiamo a volte, ma non c'è nulla che dica che non puoi rispolverarti e riprovare. Mantieni lo slancio in avanti.

  • Bottaio

    22 febbraio 2016 alle 15:29

    In molti modi mi pento ancora di aver lasciato mia moglie e i miei figli. Non sono mai stato un marito materiale eppure mi sono sposato, e ora mi sto preparando per essere un padre ancora peggiore. Penso che gran parte di questo sia scappare per evitare di dover guardare il dolore che li ha causati.

  • Steve

    3 marzo 2020 alle 20:22

    Posso relazionarmi fin troppo bene con quello che hai detto. Spero che tu sia in un posto migliore ora!

  • Rebecca

    23 febbraio 2016 alle 7:06

    Ehi, non mi pento di un secondo della mia decisione di partire. Non era un buon padre o un buon marito e ho deciso che io e le mie ragazze meritiamo molto di più di quello che era disposto a dare. Non era più un'opzione per me. Abbiamo provato tutti e non ha funzionato, e io sono d'accordo. Penso di aver dato tutto me stesso, lui ha dato quello che poteva e ancora non era abbastanza.

  • dolly

    23 febbraio 2016 alle 10:16

    Se eri abbastanza forte da andartene la prima volta, potrebbe non esserci la possibilità di farlo di nuovo.
    Rimani forte, hai deciso di farlo quindi non guardarti indietro.

  • Elena

    24 febbraio 2016 alle 7:36

    Bene, io sono all'estremità opposta dello spettro. Sono rimasto sconvolto quando mio marito mi ha chiesto il divorzio e non sono stato affatto in grado di andare avanti con la mia vita. Non riesco nemmeno a capire dove le cose siano andate storte e quindi non c'era modo nemmeno di proteggermi da questo. Ha creato un buco in quello che ho sempre pensato che sarebbe stata la mia vita a lungo termine e immagino di avere dei rimpianti ma poi non so nemmeno dove indirizzarli. Dire che sto davvero annaspando qui sarebbe un eufemismo.

  • Lawrence

    28 dicembre 2018 alle 18:26

    Ciao, possiamo parlare delle cose che sto affrontando ed è difficile

  • Roberto

    24 febbraio 2016 alle 20:03

    Il divorzio lascia ricadute emotive che possono persistere apparentemente per sempre, se non adottiamo misure proattive come quelle discusse qui. Roba buona!

  • Mally

    25 febbraio 2016 alle 10:07

    Sto guardando al presente e al futuro perché non c'è nulla nel passato che io possa mai cambiare comunque.
    Potrei chiedere scusa per alcune cose che ho fatto per cercare di fare ammenda ma cambiare?
    Non succederà.

  • Roberto

    25 febbraio 2016 alle 15:06

    Ottimo articolo. Andare avanti è la parte importante! Anche se all'inizio è un passo avanti e due indietro, come spesso accade. Penso che una delle più grandi sorprese per molti divorziati ... è che ne sono stati colpiti così duramente, anche se sono stati loro ad 'iniziare'.

  • Nathan

    26 febbraio 2016 alle 11:35

    Il problema con il mio matrimonio è che la mia ex non si è mai pentita di ciò che ha fatto, giusto o sbagliato, pensava solo che andasse tutto bene e che avrei dovuto affrontarlo /
    Sei d'accordo che questo non è il tipo di comportamento che terrà unito qualsiasi matrimonio?
    il narcisismo non fa molto per promuovere una relazione sana, almeno nella mia esperienza.

  • Issac G.

    27 febbraio 2016 alle 10:20

    Il divorzio è un processo doloroso ed è molto facile cadere nella trappola del rimpianto. Andare avanti nella vita può sembrare impossibile, ma è imperativo che si ottenga una conclusione. Hai elencato ottimi suggerimenti. Seguire i punti di forza è utile. La persona può partecipare a un hobby, per tenere la mente lontana dal pensare al passato.

  • AmY

    28 febbraio 2016 alle 7:38

    Tutti suggerimenti meravigliosi a cui penso che chiunque stia attraversando una transizione significativa nella propria vita possa ricollegarsi. Penso che ci saranno sempre quei momenti, che sia con un divorzio o qualsiasi altra cosa, in cui sembra che non ce la farai mai, ma quando sarai forte e un combattente vedrai presto che puoi. La chiave per me è stata imparare a trovare qualcosa di buono in tutto ciò che ho passato e, credimi, so che questa non è sempre la cosa più facile da fare al mondo. Ma se riesci a trovare una o due cose buone che sono venute fuori come risultato, penso che vedrai che l'esperienza è stata davvero più di quello che potresti aver pensato. Ha dato la possibilità di capire qualcosa che potresti non essere stato in grado di fare prima.

  • martin

    28 febbraio 2016 alle 15:32

    Alla fine devi liberarti da questo e imparare modi in cui puoi smettere di picchiarti al riguardo. Quindi il matrimonio è fallito. La metà di loro oggi lo fa. Non è come se fossi solo in questo.

  • Ruthie

    29 febbraio 2016 alle 7:32

    scusate ma non sempre c'è un rivestimento positivo

  • Dott. Brosh

    Dott. Brosh

    29 febbraio 2016 alle 8:31

    Grazie per tutti questi meravigliosi commenti. Non tutti si pentono, ma molti lo fanno anche se è solo il rimpianto che le cose non siano andate come previsto. Imparare ad accettare, lasciarsi andare e trovare la chiusura fanno tutti parte del viaggio di guarigione e può volerci molto tempo per sentirsi di nuovo completi. La cosa importante da ricordare è che gran parte di questo è prospettiva. Anche quando sembra che non ci sia alcun rivestimento positivo, c'è. Non diversamente dalle stelle nel cielo, la bellezza c'è anche quando è oscurata da qualcosa.

  • Tracey

    24 settembre 2016 alle 18:10

    Dopo 26 anni ho dovuto chiedere il divorzio. La cosa più difficile che abbia mai fatto. Stava mettendo a rischio l'incolumità della mia famiglia e anche se lo amavo ancora, i miei figli dovevano venire prima. Ora lavoro 2 lavori ma doveva essere fatto. È andato avanti anche se sostiene che gli ho spezzato il cuore. Doveva essere mio per sempre. I miei figli mi dicono che sono la donna più forte che conoscono e mia figlia dice che vuole essere proprio come me. FORTE!!!